Overview

Summit Italia-Sudafrica

Building a Community of Leaders for Growing their Enterprises in the two Countries and Continents

Seconda edizione
Giovedì 1 e venerdì 2 ottobre 2015
Belmond Mount Nelson Hotel
76 Orange Street, Cape Town, Western Cape – Sudafrica.

Summit Italia-Sudafrica 2015
Programma (ingl.)
Position Paper:
Presentazioni:

Foto Gallery – Edizione 2015


Note biografiche:

Marco ARZILLI – Gian Luca BAGNARA – Paolo BORZATTA – Matteo BRAMBILLA – Maria Chiara CARROZZA  – Claudio CERESANI – Carmelo COCUZZA – Lamberto DAI PRA’ – Rob DAVIES – Alec ERWIN – Paolo GALLO – Muzikayifani Andreas GAMEDE – Eleni GIOKOS – Ian GOLDIN – Idrees KOLABHAI – Xanthea LIMBERG – David Malemolla MAKHURA – Remigious MAKUMBE – Tim MASELA – Luigi MICHI – Kupukile MLAMBO – Mally MOKOENA – Riccardo Maria MONTI – Paolo OLIVERO – Marta Eleonora PAIAR – Virginia PETERSEN – John PURCHASE – Xolani QUBEKA – Pier Giorgio ROMITI – Vincenzo SCHIOPPA NARRANTE – Ahmed SIMJEE – Shanker A. SINGHAM – Iqbal SURVÉ – Nomatemba TAMBO – Lindiwe ZULU – Sandile ZUNGU


Rassegna Stampa internazionale
Rassegna Stampa nazionale

Cartella Stampa

Comunicati Stampa Sponsor:

Profili degli Sponsor:


Summit Italia-Sudafrica, seconda edizione

Si è svolta a Cape Town il 1° e 2 ottobre 2015 la seconda edizione del Summit Italia-Sudafrica, ideata e promossa da The European House – Ambrosetti in collaborazione con Grown Consulting, partner di The European House – Ambrosetti in Sudafrica.

L’obiettivo del Summit è costruire una comunità esclusiva di business leader per far crescere le loro aziende nei due Paesi e Continenti.

Alla seconda edizione sono intervenuti oltre 150 tra capi azienda di società italiane sudafricane, economisti e autorità governative, con un aumento del 30% delle partecipazioni rispetto alla prima edizione. Erano presenti i “campioni nazionali” che operano in Sudafrica e le più importanti aziende sudafricane. Ancora di più rispetto alla prima edizione, si sono create concrete relazioni di business grazie agli incontri one to one tra i leader che si sono svolti a margine del Summit. A completare il quadro, la presenza di Riccardo Monti Presidente dell’ICE, di due Ministri Sudafricani (Rob Davies, Ministro del Commercio e dell’Industria e Lindiwe Zulu, Ministro per lo sviluppo delle PMI) e del Premier del Gauteng David Makhura ha sicuramente contribuito ad alzare il livello del dibattito.


Temi della seconda edizione

I temi discussi durante la seconda edizione del Summit sono stati molti e tutti al centro del dibattito attuale in Sudafrica. In particolare quest’anno sono stati presentati tre position paper focalizzati su questi temi:

  • lo sviluppo della filiera agro-industriale in Sudafrica e in Africa Subsahariana;
  • i modelli collaborativi con le piccole-medie imprese e imprenditorialità per la crescita;
  • l’innovazione nel settore bancario e nel sistema dei pagamenti come driver per lo sviluppo socio-economico.

Durante la cena di gala che si è tenuta venerdì 1 ottobre è stata presentata una social initiative a sostegno dell’imprenditoria giovanile. Si tratta di una piattaforma comune, tra Italia e Sudafrica, per lanciare e inserire sui due mercati del lavoro giovani imprenditori africani. La proposta è nata dalla collaborazione con Mara Foundation e National Youth Development Agency. “Si tratta di un’iniziativa adottata da The European House – Ambrosetti. Il programma di mentorship – ha spiegato Neo Masombuka, Partner Grown Consulting – identificherà inizialmente sette giovani imprenditori che riceveranno la formazione da alcuni leader partecipanti al Summit nei prossimi sei mesi”.


sponsor and partners