Overview

A&T fiera internazionale delle tecnologie per l’Impresa 4.0

Italia Innovativa, Italia Industriale, Italia Digitale:
lo scenario Impresa 4.0 in Italia

The European House – Ambrosetti è stata presente durante l’evento A&T (fiera internazionale delle tecnologie per l’Impresa 4.0) per portare la propria visione sugli scenari della rivoluzione digitale in termini di  impatti economici e culturali per il nostro Paese.

Italia Innovativa, Italia Industriale, Italia Digitale: lo scenario Impresa 4.0 in Italia

The European House – Ambrosetti presente all’evento A&T (fiera internazionale delle tecnologie per l’Impresa 4.0) per portare la propria visione sugli scenari della rivoluzione digitale in termini di impatti economici e culturali per il nostro Paese.

La rivoluzione digitale non si può evitare, sostiene Filippo Peschiera (Responsabile della practice Piani Industriali ed Esecuzione di The European House – Ambrosetti); per sopravvivere nel panorama attuale, le imprese italiane devono comprendere la necessità di avviare una trasformazione radicale che incorpori le innovazioni derivanti dall’Industria 4.0, con un duplice obiettivo: da un lato, creare (e cogliere) nuove opportunità di business, dall’altro ridurre i costi e aumentare la propria efficienza.

Il nostro Paese ha varato Industria 4.0, oggi Impresa 4.0, con un certo di ritardo rispetto ai nostri vicini tedeschi (2011), spagnoli (2014), francesi (2015); ma con il piano di incentivi e misure più articolato e più dotato d’Europa da un punto di vista finanziario. Le opportunità per noi sono ottime e non solo per quei settori intrinsecamente candidati a vedere un impatto importante dell’innovazione tecnologica (ad es.: machinery, automotive), ma anche per settori grazie ai quali il nostro Paese è riconosciuto a livello globale (Fashion, Lusso, Food in testa).

Per poter intraprendere con successo il percorso verso la digitalizzazione, strumento chiave sono le competenze: tra i motivi per cui l’Italia arranca c’è la carenza di figure tecniche in grado di rendere fattiva questa rivoluzione. Il dato del numero di studenti italiani iscritti agli ITS confrontato con i nostri vicini europei è sbalorditivo: 10 mila in Italia, contro 760 mila in Germania, 530 mila in Francia, 400 mila in Spagna. Per il 2018, sono in arrivo altri incentivi con i quali si punta a formare 20 mila studenti ITS entro il 2020 per poi puntare con decisione a 100 mila; e ancora saremo ultimissimi!

Il viaggio è appena cominciato e in un anno e mezzo di avvio dal piano, già il 53% delle medie imprese italiane ha scommesso sulle tecnologie abilitanti per la digitalizzazione.

Quale messaggio dare al 41% di PMI che ancora non si sono mosse in questa direzione? Gli investimenti in macchinari delle imprese, stimolati dagli incentivi del Piano Impresa 4.0, saranno i principali fautori di un incremento del PIL e concorreranno a una ripresa dell’intera economia nazionale.

Rassegna stampa

 




Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.