Overview

Strategie e politiche industriali

Competizione perenne

Le sfide non finiscono mai soprattutto in un contesto industriale internazionale. Per questo si richiede alle alte direzioni efficienza e lucidità nel prendere continuamente decisioni adeguate

Strategie e politiche industriali

Aumentare la competitività in un contesto altamente sfidante significa compiere scelte di natura strategica anche sul proprio assetto industriale.
I manager di un’organizzazione eccellente e internazionale – di qualsiasi natura, dimensione e appartenente a qualsiasi settore industriale – devono essere in grado di prendere frequenti decisioni, anche complesse, che coinvolgono:

a) il grado d’integrazione verticale dei propri processi (make or buy);
b) le scelte di outsourcing (quale fase, presso quale fonte, in quale localizzazione, con che tipo d’integrazione, ecc.);
c) le scelte di offshoring produttivo e quindi la delocalizzazione remota in Paesi con un costo del lavoro inferiore o con competenze specialistiche;
d) le modalità organizzative con cui rivedere i processi in un network di attori (processi operativi, competenze richieste, tecnologie a supporto, ecc.);
e) le modalità di allineamento ai propri obiettivi strategici di tutta le supply chain che fanno parte del sistema;
f) l’impatto economico, sociale e ambientale delle proprie scelte di natura industriale.

Nel corso degli anni, The European House – Ambrosetti ha maturato una vasta esperienza nella messa a punto di efficaci strategie e politiche industriali a fianco delle alte direzioni di molte aziende italiane, forte di modelli utilizzati in precedenza per le multinazionali americane e anglosassoni. Il punto di partenza di ogni progetto è la salvaguardia del patrimonio di conoscenze, risorse e professionalità del nostro Paese, che si caratterizza per la sua forza nel settore manifatturiero, nel quale esercita ancora un ruolo di leadership a livello mondiale.

I servizi di consulenza direzionale relativi alla strategia e gestione industriale per la creazione di valore delle organizzazioni offerti da The European House-Ambrosetti riguardano:

  • diagnosi del sistema industriale e della sua coerenza con gli obiettivi strategici di sviluppo e competitività;
  • diagnosi e definizione di un percorso di miglioramento per l’ottimizzazione della propria supply chain complessiva e il conseguimento di una “first in class” supply chain;
  • miglioramento dei processi di innovazione, sviluppo nuovi prodotti, industrializzazione e collegamento con i processi produttivi a valle;
  • scelte di internazionalizzazione produttiva e di nuovi assetti industriali in funzione della propria strategia e opportunità sui mercati (in versus outsourcing e in versus offshoring);
  • definizione di nuovi modelli e assetti organizzativi nelle aree industriali (ricerca e sviluppo, area tecnica, produzione, logistica, acquisti, distribuzione);
  • formazione e sviluppo su competenze e metodi di lean manufacturing, value stream management, just in time, ecc.;
  • organizzazione di percorsi di studio e approfondimento con realtà industriali evolute e best practice di eccellenza in Italia e all’estero: study tour, percorsi di benchmarking;
  • assistenza alla redazione e formulazione di piani industriali di medio-lungo termine con la finalità di attuazione delle nuove scelte industriali intraprese in termini di produttività, costi del prodotto e margini, livelli di capitale circolante, livelli di servizio obiettivo;
  • altri progetti su misura con e per il cliente.

I servizi di consulenza direzionale di The European House-Ambrosetti sono rivolti a:

  • imprese industriali e manifatturiere italiane che operano sia in Italia che all’estero;
  • imprese straniere che hanno unità produttive o hanno intenzione di organizzarle in Italia;
  • imprese di servizio che hanno problematiche di natura operativa e che possono trarre vantaggio dal confronto con le imprese manifatturiere (ad esempio le unità operative di customer operations, i call e i contact center, ecc.).

Innovazione del sistema industriale di un gruppo multinazionale italiano

Cliente
Azienda leader nella produzione, vendita e distribuzione di sistemi frigoriferi industriali con la stringente necessità di ripensare la propria strategia industriale per acquisire un forte vantaggio competitivo sul fronte sia della customizzazione sia del livello di servizio offerto ai propri clienti.
In particolare l’azienda scommette quotidianamente sulla sua velocità di risposta e flessibilità alle più svariate esigenze dei clienti a livello mondiale; per questo motivo ha scelto The European House-Ambrosetti come partner in un percorso di introduzione dei principi del lean thinking (aumento dell’efficienza e diminuzione degli sprechi) e di trasformazione industriale verso un nuovo sistema votato alla massima riduzione dei lead time e all’eliminazione di ogni attività priva di valore aggiunto per il cliente finale.

Temi dell’assistenza
a) Mappatura dettagliata di processi nelle aree pianificazione, produzione, logistica e gestione fornitori per individuare aree critiche e generare di idee di miglioramento.
b) Organizzazione di una serie di workshop collegiali per discutere le aree critiche e tracciare una road map per introdurre in modo concreto i principi della lean enterprise.
c) Visite e incontri di benchmarking con aziende eccellenti che hanno introdotto con successo aspetti di gestione lean (produzione a flusso, massima integrazione con i fornitori chiave).

Risultati dell’assistenza

  • Diffusione della cultura lean a tutti i livelli dell’organizzazione.
  • Piano d’azione molto dettagliato, fino agli aspetti più pratici e concreti, per risolvere tutti i nodi rispetto alla piena introduzione delle logiche lean raggiungendo gli obiettivi di riduzione dei lead time e la massima affidabilità delle date di consegna confermate.

Integrazione del processo di sviluppo nuovi prodotti nella supply chain (evoluzione verso il concetto di innovation chain).


Formulazione del piano industriale di recupero produttività ed efficienza

Cliente
Noto gruppo chimico-farmaceutico italiano, tra i principali con sistema chimico manifatturiero a monte della sua pipeline, con la stringente necessità di recuperare competitività sui fattori produttivi della parte chimica (multi-stabilimento) e di ottimizzare la gestione soprattutto in ambito costi fissi di struttura e costi produttivi indiretti.

Temi assistenza

  • Analisi approfondita dell’area industriale della divisione chimica del gruppo.
  • Individuazione delle principali aree di riduzione costi e di recupero produttività (prodotti, persone, impianti e costi di gestione).
  • Definizione di un piano industriale di medio termine (4 anni) con evidenza delle migliori modalità di recupero di redditività della divisione.

Risultati assistenza
Audit completo e approfondito del sistema industriale della divisione chimica con l’analisi competitiva di:

  • forza lavoro (diretta e indiretta) e livelli di produttività;
  • costi di struttura di supporto/servizio ai processi industriali e alla gestione di stabilimento (in particolare manutenzione e servizi tecnici);
  • capacità produttive installate, tecnologie disponibili e loro livelli attuali di utilizzo ed efficienza;
  • livelli di flessibilità disponibili/utilizzati (sia per la forza lavoro che per i mezzi produttivi);
  • politiche di acquisto e sourcing sulle materie prime e gestione dei fornitori;
  • politiche e pratiche di make or buy (e outsourcing) sui servizi di stabilimento;
  • costi della non qualità (rilavorazioni, scarti e costi di controllo);
  • livello di servizio erogato dagli stabilimenti;
  • piani d’investimento previsti e analisi dei ritorni economici.

Aree di riduzione costi, per un significativo recupero sia a livello di margine industriale sia di margine commerciale, che comprende:

  • recuperi di efficienza a livello di acquisti di materie prime (materiali inventory);
  • recuperi a livello di acquisizione contratti e servizi non inventory (servizi generali, servizi di manutenzione esterna, materiali di consumo, telefonia, ecc.);
  • recuperi di efficienza a livello di processi di lavorazione (continui e discontinui) e di tempi di set up impianti;
  • recuperi di produttività sulla struttura indiretta di supporto all’attività industriale;
  • recuperi di produttività sulla struttura impiegatizia di tipo tecnico, amministrativo e gestionale;
  • recuperi di efficacia (sul lato tempi di risposta, scambio informazioni, maggiore integrazione tra le risorse e utilizzo di sistemi informativi adeguati) nei processi di gestione principali della divisione e tra la sede e gli stabilimenti.

Dimensionamento delle risorse necessarie per il consolidamento di un piano industriale della divisione contenente il conto economico pluriennale basato sullo sviluppo dei ricavi (volumi) previsti dalla direzione commerciale e l’esplosione dei fabbisogni conseguenti a livello di risorse industriali (costi variabili, fissi e servizi esterni).

Elaborazione di due scenari: uno best e uno worst per comprendere correttamente la forbice e il rischio del piano, che comprende:

  • i costi dell’intervento di ristrutturazione e il loro impatto sugli esercizi a venire;
  • lo stato patrimoniale e i flussi di cassa attesi (sostenibilità finanziaria del piano e rapporto debito/capitale proprio);
  • il piano di fattibilità di dettaglio contenente in modo articolato tutte le azioni (responsabili, tempi, impatti, ecc.) da perseguire nel breve termine per la piena attuazione del piano.

Innovazione esemplare nella Moda: il supply system

Cliente
Azienda innovativa nel panorama della Moda

Temi dell’assistenza
The European House-Ambrosetti ha assistito il vertice aziendale nella messa a punto del modello di business innovativo.

Risultati dell’assistenza
In sintesi:

  • messa a punto di un modello di business innovativo e multicanale (retail, wholesales, Internet), contraddistinto da un assetto di collezione molto evoluto e caratterizzato da modalità di tipo programmato, semi-programmato, pronto;
  • sviluppo di un supply system evoluto e reattivo capace di rispondere sempre alle forti sollecitazioni del mercato (e dei canali distributivi e dei mercati) attraverso un eccellente sistema di selezione delle fonti produttive e di gestione dei fornitori.The European House-Ambrosetti ha sviluppato una propria visione e un approccio originale e innovativo rivolti alle imprese (medie e grandi) del settore Moda e Lusso in Italia che vogliano sviluppare nuovi modelli strategici e/o rafforzare il proprio livello di competitività (In Italia, Europa e nel mondo).