Overview

corporate governance

La “fotografia” 2018 della governance delle società quotate italiane

A Milano è stato presentato il Rapporto 2018 dell’Osservatorio sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia di The European House – Ambrosetti, giunto alla sua quattordicesima edizione.

Osservatorio sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia – Rapporto Finale 2018

Secondo l’aggiornamento dell’indice di Eccellenza della Governance (EG Index) elaborato da The European House – Ambrosetti sulla base di 32  indicatori, continua il miglioramento della qualità della governance delle maggiori società quotate (segmenti FTSE MIB, MID CAP e STAR SMALL di Borsa Italiana, per un totale di 142 società).

Le analisi hanno evidenziato anche l’esistenza di una relazione positiva tra qualità della governance e performance aziendali: nel 68%  dei casi  nel segmento FTSE MIB vi è coerenza tra il posizionamento all’interno dell’EG Index 2018 e il ranking per TSR relativo (rispetto ad un peer group di riferimento europeo) dell’ultimo triennio.

Le indagini dell’Osservatorio hanno anche approfondito come affrontano le responsabilità legate alla sostenibilità: le società più grandi sono maggiormente strutturate (ad esempio, in quasi 4 su 5 nel segmento FTSE MIB, il tema della sostenibilità è assegnato ad un Comitato consiliare, mentre tale organo è assente nell’81% delle società del MID CAP e nell’88% delle società dello STAR SMALL; il 52% delle società FTSE MIB si è dotato di una figura manageriale per la gestione dei temi legati alla sostenibilità; tuttavia, con riferimento alla previsione di parametri di sostenibilità legati alla remunerazione variabile dell’AD o delle posizioni apicali, solo poco più di 1/3 delle società del FTSE MIB lega il bonus dell’AD a risultati legati a performance in ambito di sostenibilità, aspetto praticamente assente nelle società di minori dimensioni).

E’ stato anche presentato lo stato dell’arte nelle società quotate italiane con riferimento alla Executive Compensation: in circa il 30% delle osservazioni nel campione delle società industriali (e nel 33% di quelle finanziarie) è stata riscontrata una apparente incoerenza tra l’andamento della performance e quella del bonus (le società del segmento FTSE MIB sono le più “virtuose”). In molti casi i variabili pagati non sembrano giustificati.

Dal 2004,  l’Osservatorio si propone di fornire proposte e indicazioni concrete per promuovere il raggiungimento dell’eccellenza nella corporate governance delle società italiane.

Nel corso del Workshop, sono stati presentati gli approfondimenti contenuti nel Rapporto 2018 dell’Osservatorio, realizzato in collaborazione con Allianz Global InvestorsEnelGruppo FalckIntesa SanpaoloLavazza, LeonardoPirelli & C., e le riflessioni su alcuni dei temi di maggiore attualità per la corporate governance delle imprese e del Paese, tra cui come migliorare il dialogo tra investitori istituzionali, proxy advisor ed Emittenti.


Osservatorio sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia
Rapporto Finale 2018


Leggi l’articolo pubblicato su Corriere della Sera:
Governance più trasparente ma i compensi restano opachi (S. Righi)”



Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.