Overview

CORPORATE GOVERNANCE

LA “FOTOGRAFIA” 2019 DELLA GOVERNANCE DELLE SOCIETÀ QUOTATE ITALIANE

A Milano è stato presentato il Rapporto 2019 dell’Osservatorio sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia di The European House – Ambrosetti, giunto alla sua quindicesima edizione.

Osservatorio sull’eccellenza dei sistemi di governo in Italia – Rapporto finale 2019

La “fotografia” della governance delle società quotate italiane.
Presentati i risultati dell’Osservatorio 2019 di
The European House – Ambrosetti sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia

La qualità della corporate governance delle società quotate italiane continua a migliorare, come emerge dalle analisi realizzate dall’Osservatorio sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia di The European House – Ambrosetti, presentato a Milano e giunto alla sua 15ma edizione.

Infatti il punteggio dell’EG Index, calcolato sulla base di 32 indicatori sulle principali aree della corporate governance, cresce nel tempo non solo per le società del segmento FTSE MIB, ma anche per quelle di minori dimensioni nei segmenti MID CAP e STAR SMALL. A fronte di trend positivi su indipendenti e “quote rosa” nel Board, si affiancano punti d’attenzione su allineamento tra fra performance aziendale ed executive compensation, trasparenza in materia di remunerazione e adozione di piani di successione per il Top Management. Si evidenzia anche l’esistenza di una relazione positiva tra qualità della governance e risultati aziendali: nel 68% dei casi nel segmento FTSE MIB vi è coerenza tra il posizionamento nell’EG Index 2019 e il ranking per Total Shareholder Return relativo (rispetto ad un peer group di riferimento europeo) nell’ultimo triennio.

La gestione dei temi legati alla Sostenibilità è sempre più uno degli ambiti di maggiore attenzione per le società, anche sul fronte dei meccanismi dei sistemi di governo. In tal caso, la distribuzione dei punteggi nel Sustainability Index 2019 elaborato dall’Osservatorio sulle principali società quotate italiane evidenzia come sono soprattutto le società di maggiori dimensioni a mostrare maggiore attenzione alla sostenibilità, ad esempio definendo presidi organizzativi per l’integrazione della sostenibilità con il business aziendale o agganciando i sistemi di retribuzione variabile a parametri ad hoc.

Tra gli altri focus al centro dell’Osservatorio 2019: la recente normativa francese sul devoir de vigilance delle società capogruppo di grandi dimensioni francesi (sviluppato in collaborazione con lo Studio Legale BonelliErede); il confronto tra le raccomandazioni dei Codici di Autodisciplina dei Paesi UE “Big-5; l’analisi delle voting policy dei principali investitori istituzionali e proxy advisor; il dovere di agire in modo informato: i flussi informativi nel sistema di amministrazione e controllo.

Sono stati inoltre illustrati i risultati dell’aggiornamento della quarta edizione della survey biennale rivolta agli investitori istituzionali (campione rappresentativo dell’11% dell’Asset Under Management mondiale): anche nell’indagine 2019 la qualità della corporate governance si conferma ai primi posti tra i criteri adottati nella selezione dei potenziali target in cui investire. Il 76% dei rispondenti dichiara di richiedere, nell’ambito delle politiche adottate per la selezione dei potenziali target in cui investire, la formulazione di obiettivi di sostenibilità misurabili nel tempo e, possibilmente, integrati con i normali obiettivi di business.

Il Workshop Corporate Governance 2019 ha visto le testimonianze di: Mirza Baig, Global Head of Governance, Aviva Investors; Elisabetta Bellini, Managing Associate, Studio Legale BonelliErede; Fabio Bonomo, Responsabile Affari Societari, Enel; Valerio De Molli, Managing Partner e Amministratore Delegato, The European House – Ambrosetti; Sergio Erede, Socio Fondatore, Studio Legale BonelliErede; Enrico Falck, Presidente, Falck Renewables; Patrick Fiorani, Research and Engagement Specialist Continental Europe, Glass Lewis; Patrizia Grieco, Presidente, Comitato per la Corporate Governance; Presidente del Consiglio di Amministrazione, Enel; Maria Lombardo, Head of Responsible Investment EMEA, Invesco Asset Management; Piergaetano Marchetti, Professore Emerito, Università “L. Bocconi”; Andrea Parrella, Group General Counsel, Leonardo; Stefano Preda, Professore Ordinario di Istituzioni e Mercati Finanziari, Politecnico di Milano; Marco Visani, Responsabile Area Corporate Governance ed Executive Compensation, The European House – Ambrosetti.

Questi ed altri approfondimenti sono contenuti nel Rapporto 2019 dell’Osservatorio sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia, realizzato in collaborazione con Enel, Falck Renewables, Intesa SanpaoloLavazzaLeonardo, Pirelli & C. e Terna.

Leggi il Rapporto 2019 dell’Osservatorio sull’Eccellenza dei Sistemi di Governo in Italia



Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.