Overview

third edition

Belt and Road Summit: from vision to action

Conferenza di alto livello e tavola rotonda a porte chiuse
con business leader locali.
Trieste, 20 e 21 Novembre 2019.

Belt and Road Summit

 

Dopo le prime due edizioni a Shenzhen e Venezia, la terza edizione del Belt and Road Summit si terrà a Trieste, crocevia di culture e ponte storico tra l’Europa centrale, meridionale e orientale. Il Summit porterà avanti la mission di creare una community eurasiatica di decision maker e favorire le partnership tra le aziende dei paesi ubicati lungo la Nuova via della seta, accelerando in questo modo la connettività in Eurasia.

Oltre a discutere i contenuti del progetto e le modalità per concretizzarli, la terza edizione vuole riunire i protagonisti e accelerare l’engagement delle aziende in tutta l’Eurasia.

L’obiettivo principale dei partner e dei partecipanti è quello di conseguire:
Conoscenza, Impressioni personali e Fiducia.

Il Belt and Road Summit è l’unica piattaforma di alto livello concepita per i business leader dell’Eurasia. Creando una community integrata di aziende che condividono conoscenza, impressioni personali e fiducia, vogliamo catalizzare uno sviluppo economico plurinazionale in Eurasia, una regione eterogenea in termini di potenziale economico, politiche, incentivi e cultura d’impresa.

Clicca qui per accedere ai contenuti esclusivi del “Belt and Road Summit” (Shenzhen, 22-23 novembre 2018)

PaperMappa

Sono intervenuti alla prima edizione del Belt and Road Summit:

Mammad Ahmadzada (Ambasciatore dell’Azerbaijan in Italia); Silvana Ballotta (CEO di BS Strategies), Davide Cucino (Presidente della Camera di Commercio Italo-Cinese); Antonio Enrico Bartoli (Ambasciatore dell’Italia in Georgia); Ketevan Bochorishvili (CEO, JSC Anaklia City, Georgia); Giorgio Bruno (Executive Vice President e Chief Corporate Development and Diversified Business Officer di Pirelli); Fatih Çiftci (Viceministro del commercio e delle dogane della Repubblica di Turchia); Paolo Costa (già Ministro dei Lavori Pubblici, già Sindaco di Venezia e già Presidente dell’Autorità portuale di Venezia); Francesco De Bettin (Fondatore e Presidente di DBA Group); Giulio De Metrio (Chief Operating Officer del Gruppo SEA – Aeroporti di Milano); Murat Salim Esenli (Ambasciatore della Turchia in Italia); Fan Gang (Presidente del China Development Institute); Fang Ke (Senior Manager dell’Investment Operations Department della Banca asiatica d’investimento per le infrastrutture); Feng Zhongping (Vicepresidente del China Institutes of Contemporary International Relations); Alireza Kolahi (CEO di Abharcable); Li Quanyong (Chief Economist del Tianjin Port Group); Li Ruiyu (Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia); Liu Jichun (Vicepresidente di Hainan Airlines); Enrico Marchi (Presidente del Gruppo SAVE – Aeroporti di Venezia e Treviso); Riccardo Nencini (già Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti); Beniamino Quintieri (Presidente di SACE); Arham Abdul Rahman (Deputy CEO della Malaysian Investment Authority); Ettore Sequi (Ambasciatore dell’Italia in Cina); Wang Jianye (Managing Director del Silk Road Fund; Professore di Economia e Direttore del Volatility Institute, NYU Shanghai).