The Peres Heritage Initiative 2021

Al 47^ Forum annuale “Lo Scenario di oggi e di domani per le strategie competitive”, 3-5 Settembre 2021.

L’Iniziativa in breve

La Peres Heritage Initiative è un social award lanciato in occasione della 43° edizione del Forum annuale di The European House - Ambrosetti “Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive” (settembre 2017) per ricordare l’eredità di Shimon Peres, che ha partecipato a 24 edizioni del nostro Forum.

Per trasmettere la sua eredità di innovazione tecnologica e ricerca della pace alle generazioni future, ogni anno la Peres Heritage Initiative premia tre giovani innovatori al nostro Forum annuale. I destinatari della Peres Heritage Initiative sono ospitati al Forum annuale The European House - Ambrosetti con uno slot nel programma principale della conferenza, dove avranno la possibilità di beneficiare dell’esposizione alle comunità economiche, politiche e istituzionali globali, nonché i media. Inoltre, avranno l’opportunità di ricevere un investimento minimo di 250.000 USD, effettuato da New Era Capital Partners.

L’iniziativa gode di un elevato supporto istituzionale. La premiazione delle prime tre edizioni della Peres Heritage Initiative, celebrata nel 2017 dall’allora Presidente del Consiglio e ora Commissario Ue Paolo Gentiloni, nel 2018 dall’allora Ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi, e nel 2019 dall’ex Segretario di Stato Hillary Rodham Clinton. Nel 2020, purtroppo, a causa del provvedimento di allontanamento sociale, l’iniziativa è avvenuta solo in formato olografico.


Con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri d'Israele, in cooperazione con il Peres Center for Peace and Innovation, in partership con New Era Capital Partners, con il supporto di Teva

Modalità di partecipazione

I candidati dovranno fornire una breve descrizione del progetto, attività di ricerca o modelli commerciali elaborati, insieme a tutto il materiale di supporto rilevante.

Criteri di valutazione

I vincitori saranno scelti in base al loro livello di condivisione dei concetti chiave sposati dall’attivismo politico di Shimon:

  • Impegno. La dedizione a una causa sarà un punto di forza dei vincitori della Peres Heritage Initiative.
  • Promozione della pace. Le basi fondanti su cui si erge una società funzionante e pacifica, quella per cui lottava Shimon Peres, sono forti principi etici e morali.
  • Imprenditorialità. Una delle ragioni per cui Shimon Peres verrà ricordato è la trasformazione di sogni visionari in business di successo, che favoriscono la crescita e l’occupazione.
  • Impatto. Le persone dalla forte dedizione e dalle migliori intenzioni sono da ammirare, ma il premio sarà consegnato solo a chi avrà davvero fatto la differenza.
  • Inclusività. In un mondo di alienazione e crescenti disuguaglianze, le persone che si distinguono abbattendo muri, invece di innalzarli, saranno i leader del futuro.
  • Innovazione. Affrontare nuove sfide significa trovare nuove soluzioni. I leader globali del futuro saranno quelli capaci di pensare fuori dagli schemi per elaborare soluzioni eleganti a problemi complessi.
Destinatari e condizioni di partecipazione

Possono partecipare alla Peres Heritage Initiative i giovani innovatori sotto i 35 anni di età che si sono distinti in uno dei seguenti ambiti:

  • Promozione della pace
  • Green economy ed economia sostenibile/circolare
  • Modelli di business inclusivo e imprenditorialità
  • Innovazione e sviluppo scientifico
  • Innovazione sociale
  • Nuove sfide educative
  • Eradicazione della povertà
Processo di selezione

I candidati verranno selezionati con due diverse modalità, candidatura e nomina, secondo i seguenti processi.

  • Step 1: The European House - Ambrosetti pubblicherà una call for action, sponsorizzata da una campagna sui social media, per accogliere le candidature di giovani talenti.
  • Step 2: Dopo la chiusura delle candidature, il gruppo di lavoro di The European House - Ambrosetti stilerà una long list di 20 candidati ad alto potenziale.
  • Step 3: L’intera società The European House - Ambrosetti procederà poi a votare i tre migliori candidati per stilare una short list di soli otto nomi.
  • Step 4: I migliori otto candidati verranno sottoposti infine agli Advisor del Forum annuale di The European House - Ambrosetti, che selezioneranno i tre vincitori.


Scopri di più sulle edizioni precedenti


Quarta edizione
La quarta edizione si è tenuta durante la sessione «The good News: the positive narrative the world needs» moderata da Alec Ross, della 46^ edizione dell’annuale Forum di The European House – Ambrosetti.
Questi i nomi dei giovani vincitori e i relativi progetti:

Chiara Cecchini, Cofounder – Future Food Network (Stati Uniti, sostenibilità)
Coordinando un team di designers, chefs, scienziati, nutrizionisti ed economisti, Chiara Cecchini, fiorentina di nascita, conduce programmi di formazione internazionali per aumentare la sostenibilità nell’industria alimentare, coinvolgendo la società civile con azioni fisiche e digitali ed aiutando le aziende a diventare più eco-friendly tramite programmi di R&D. Il Future Food Network è una purpose-driven company che accompagna le aziende in un percorso verso la sostenibilità, fornendo le competenze e gli schemi mentali per portare in azienda innovazione incentrati sugli SDGs ed all’insegna della sostenibilità.

Olga Dubey, Cofounder and CEO – Agrosustain (Russia, sustainability)
Olga Dubey è Founder e Chief Executive Officer di Agrosustain, una start up basata a Nyon in Svizzera che sviluppa e porta sul mercato soluzioni innovative e naturali che estendono la freschezza di frutta e verdura infettate da muffe. Attualmente in fase di pilot, le soluzioni di Agrosustain saranno sul mercato entro il 2022, partendo dal segmento della frutta esotica commerciata via nave – banane, avocado ed ananas in particolare – per poi scalare ad altre culture soggette a lunghi periodi di immagazzinamento – per esempio, carote e patate – e, potenzialmente, tutte le altre colture.

Lex Hoefsloot, Cofounder and CEO – Lightyear (Netherlands, sustainability)
Lex Hoefsloot è il CEO e co-founder di Lightyear, una tech-company con la missione di sviluppare mobilità sostenibile per tutti. Attualmente, Lightear sta sviluppando la prima automobile elettrica alimentata ad energia solare, la cui commercializzazione è attesa per il 2021. Dalla sua fondazione nel 2016, l’azienda ha ricevuto numerosi riconoscimenti e supporto da investitori internazionali. Inoltre, ha depositato 32 brevetti ed ha oltre 100 pre-ordini sui suoi veicoli, su cui stanno già lavorando alla fase di produzione.

Terza edizione - 2019

I nomi dei giovani vincitori e i relativi progetti:


Enass Abo-Hamed, Co-fondatrice e CEO di H2GO power – Israele, Energia

Co-fondatrice e CEO di H2GO power, società premiata, emanazione dell’Università di Cambridge (Regno Unito), che sviluppa tecnologie per l’accumulazione di energia, ha una passione per le attività imprenditoriali e le politiche rivolte alle tecnologie per l’energia pulita. Ha 10 anni di esperienza di ricerca e di impresa nella produzione di idrogeno, nanotecnologie, catalisi, energia rinnovabile e accumulazione di energia.


Lucrezia Bisignani, Fondatrice e CEO di Kukua – Italia, Imprenditorialità sociale / Educazione
27 anni, è fondatrice e CEO di Kukua, una società di intrattenimento educativo di cui ha costruito un franchising per bambini in tutto il continente africano intorno al personaggio di Sema, il più famoso personaggio animato di eroina bambina in Africa. Il personaggio di Sema nasce con una serie TV di animazione, giochi educativi e giocattoli. È stata inserita dalla rivista Forbes nella lista degli imprenditori sociali “30 under 30” 2019, e invitata a parlare all’evento WIRED 2016 come una delle donne che stanno cambiando il mondo.


Dhruv Ghulati, CEO di Factmata – Regno Unito, IA
CEO di Factmata, società da lui fondata insieme a due professori delle università di Sheffield e UCL, è anche uno dei primi sviluppatori di Wikipedia. Factmata ha la missione di contrastare la disinformazione online presente sul web utilizzando l’intelligenza artificiale assistita dall’uomo per individuare contenuti abusivi, interventi di odio, spam, propaganda e fake news. La società è stata fondata nel 2017 e Dhruv Ghulati ha già raccolto 1 milione di dollari in seed funding.

Seconda edizione - 2018

La seconda edizione si è tenuta durante la sessione «The good News: the positive narrative the world needs» della 44^ edizione dell’annuale Forum di The European House – Ambrosetti. I vincitori sono stati premiati dal Ministro degli Affari Esteri Enzo Moavero Milanesi e da Chemi Peres.


Questi i nomi dei giovani vincitori:


  • Julian Melchiorri, CEO and Founder – Arborea (Italy)
  • Samantha Payne, COO and Cofounder – Open Bionics (UK)
  • Elad Walach, CEO and Cofounder – Aidoc (Israel)

Prima edizione - 2017

La prima edizione è stata inaugurata dal Primo Ministro italiano Paolo Gentiloni e Chemi Peres, figlio di Shimon Peres, durante la cena di gala della 43esima edizione del Forum annuale “Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive” (settembre 2, 2017).


I nomi dei giovani vincitori e i relativi progetti:

  • Massoud Hansani, Co-fondatore e Managing Director di Mine Kafon Lab (Olanda/Afganistan)
    “Mine Kafon”, progetto per un rilevatore di mine a motore eolico
  • Sandra Rey, Fondatore e CEO di Glowee (Francia)
    “Glowee”, progetto per soluzioni di illuminazione sostenibile
  • Christian Salvatore, Ricercatore, Institute of Molecular Bioimaging and Physiology (Italia)
    Progetto per l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nella diagnostica e nella medicina preventiva

Per maggiori informazioni:
Matteo Polistina, matteo.polistina@ambrosetti.eu
Tel.: +39 02 46753.314