Overview

innovazione

Che cosa abbiamo imparato
da Israele

Israele si è imposto sulla scena mondiale dell’innovazione come la nuova “Start Up Nation”, il Paese paradiso dell’alta tecnologia.
Spunti di riflessione dalla Community Innovazione e Tecnologia di Ambrosetti Club.

Che cosa abbiamo imparato da Israele
“Ho lavorato tutta la vita per assicurare a Israele un futuro basato sulla scienza, sulla tecnologia e su un impegno morale incrollabile. Mi hanno chiamato sognatore, ma oggi, guardando Israele, chiunque vede chiaramente che più grande è il sogno, più spettacolari sono i risultati.”
Shimon Peres

Israele è il paese con più start-up per chilometro quadrato del mondo. Ed è anche il paese che attira più capitale di rischio destinato alle start-up tecnologiche del mondo. Israele ha un numero di società quotate al NASDAQ superiore a qualsiasi altro paese, al di fuori degli Stati Uniti.

Con questi primati la nazione si è imposta sulla scena mondiale dell’innovazione come la nuova “Start-Up Nation”, il Paese paradiso dell’alta tecnologia.

In questi anni abbiamo incontrato molti esperti israeliani: Ora Dar, Head of of Life Sciences Sector, Israel Innovation Authority; Peretz Lavie, President of the Technion - Israel Institute of Technology; Yossi Matias, VP Google Search and Managing Director, Israel R&D Center; Eyal Shimoni, VP of Technology at Strauss Group and Board Member of the FoodTech incubator in Israel; Nava Swersky Sofer,Co-Chairperson of NanoIsrael; Manuel Trajtenberg, Chairman, Planning & Budgeting Committee of the Council For Higher Education and former Chief Economic Advisor to the Prime Minister.

Ognuno di loro ci ha aiutato a comprendere meglio il ‘fenomeno Israele’, un fenomeno complesso e ricco di sfaccettature, con alcuni elementi davvero peculiari come il ruolo dell’esercito, lo sviluppo delle tecnologie militari e le loro applicazioni in ambito civile; come il servizio di leva obbligatorio quale presupposto per far sviluppare competenze tecnologiche, manageriali e una rete di contatti ai giovani israeliani; e come lo spirito che connota l’intero paese, fatto di talento, tenacia, mission, risk-taking, e di un particolarissimo modo di affrontare l’insuccesso… In una parola: Chutzpa, potente mix di audacia, creatività, iniziativa.

israel_expenditure-on-civilian-randdMa accanto a questi elementi peculiari, ve ne sono altri da tenere bene a mente: ingredienti fondamentali di un ecosistema dell’innovazione vincente.

Innanzitutto la Visione, tracciata con grande maestria da Shimon Peres, fermamente convinto che gli sviluppi scientifici e tecnologici sarebbero stati la base del progresso sociale ed economico del paese.

Una Governance chiara ed efficace, e policy pubbliche mirate di supporto.

Un sistema integrato di collaborazione attiva tra Università e innovazione.

Solo per citare alcuni numeri di T3, ufficio di trasferimento tecnologico del Technion – Israel Institute of Technology:

  • 100 invention disclosures all’anno
  • 700 famiglie di brevetti
  • $35M di fatturato all’anno
  • oltre 40 aziende nel portafoglio, che hanno raccolto più di $300M solo negli ultimi tre anni; 6 aziende quotate, con una valorizzazione complessiva di oltre $4B
  • in venti anni di attività sono state create 1602 aziende, si sono raccolti oltre $6B; il valore accumulato ha superato i $23B e sono stati generati circa 95.000 posti di lavoro.

israel_capital-invested-in-israeli-life-sciences-companiesCome contraddire Peretz Lavie quando afferma: “Technion cambia l’economia del Paese”.

Un sistema finanziario dinamico e propenso al rischio.

Una straordinaria apertura internazionale.

Last but not least: la cultura imprenditoriale, ormai radicata nel DNA delle persone, tanto che Ora Dar dice “Lo spirito imprenditoriale scorre nelle vene”.


Per approfondimenti:



Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.