Overview

europa

Il successo della Germania
in 4 punti

Germania e Italia: una produttività che procede di pari passo fino a dieci anni fa. Poi la forbice si spalanca, facendo pendere la bilancia, pesantemente in favore della prima. Jörg Zeuner, Chief Economist di KfW Bankengruppe, nel suo intervento per The European House – Ambrosetti, disegna l’anatomia di un successo.

Il successo della Germania in 4 punti

Quali fattori hanno influenzato il cambio di passo così vistoso e repentino di quella che ora è, a tutti gli effetti, la “locomotiva d’Europa”?

Germania e Italia: una produttività che procede di pari passo fino a dieci anni fa. Poi la forbice si spalanca, facendo pendere la bilancia, pesantemente in favore della prima. Jörg Zeuner, Chief Economist di KfW Bankengruppe, nel suo intervento per The European House – Ambrosetti, disegna l’anatomia di un successo.

In questo scenario complesso, sono quattro le aree di attenzione che la Germania si trova a gestire per favorire lo sviluppo: investimenti, educazione, immigrazione, innovazione.

I punti che si ritrovano nell’analisi di Zeuner mettono al centro queste aree e considerano anche il differente tessuto sociale e industriale di Italia e Germania, per delineare un quadro di comparazione sul lungo termine.


Driver di crescita costante del PIL al 2%
  • Il debito pubblico della Germania è più basso

Il debito pubblico ha un impatto molto forte ed evidente sulle rispettive economie, soprattutto dal 2010. La Germania ne ha beneficiato, mentre in Italia, al contrario, si è fatto sentire il peso di un debito più oneroso. Il debito così gravoso è motivo di preoccupazione, ma è pur vero che l’Italia è l’unico Paese del “Club Med europeo” a non aver richiesto sostegno esterno. La situazione interna tedesca beneficia però di un maggior potere d’acquisto interno che spinge i consumi e dell’edilizia privata che sta vivendo un’età dell’oro.

Consumption most important driver

  • Alto tasso occupazionale

Questo trend positivo è stato raggiunto grazie alle riforme (in particolare quella del 2005), che hanno aperto il mercato del lavoro. Una politica lungimirante ha rafforzato le fasce poco qualificate, sfruttando anche i flussi migratori per compensare l’invecchiamento della popolazione e spingendo l’impiego femminile. La disoccupazione, inoltre, in Germania ha un carattere omogeneo a livello regionale, a differenza dell’Italia.

Unemployment differences in Italy

  • Investimento delle grandi aziende in ricerca e innovazione

Nonostante gli investimenti pubblici siano in calo, in Germania il tessuto industriale solido ha permesso alle numerose grandi aziende di spendere budget in questi settori chiave per il futuro del Paese. In Italia le PMI si confermano le più dinamiche nel creare nuova occupazione ma la ripercussione negativa è una produttività e una capacità d’investimento limitate.

Productivity growth 1995-2014

  • Politiche salariali vantaggiose

A parità di competenze e posizione, sicuramente il mercato del lavoro in Germania offre un riconoscimento maggiore. Questo si traduce in un rialzo della domanda interna e maggior consumo dei privati, ritornando al punto 1 e chiudendo il circolo virtuoso.

Low unemployment ended Germany wage moderation

Cogliere le dinamiche positive dell’economia tedesca risulta oggi ancora più fondamentale, per affrontare il clima di incertezza che si è aperto nel dopo Brexit.

Secondo gli esperti (ad esempio Chaney che è intervenuto sulla questione nei giorni scorsi), i mercati soffriranno l’effetto shock e occorre dimostrare di saper gestire la crisi, per scongiurare la disgregazione.


Scopri di più sui nostri webinar: visita www.ambrosettilive.com



Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.