Overview

Televoto

Crescita dell’Eurozona, sorpresa Brexit. Certezze sull’avanzare del peso delle forze sovraniste in Europa

I risultati del televoto della 30° edizione del Workshop “Lo Scenario dell’Economia della Finanza”  (5 e 6 aprile, 2019, Villa d’Este, Cernobbio).

Crescita dell’Eurozona, sorpresa Brexit. Certezze sull’avanzare del peso delle forze sovraniste in Europa

Crescita dell’Eurozona: solido il livello di fiducia sul futuro dell’Unione Europea, Sorpresa Brexit, che non impatta sui programmi di investimenti delle imprese

Certezze sull’avanzare del peso delle forze sovraniste in Europa

Nella prima sessione del secondo giorno del Workshop “Lo scenario dell’economia e della finanza” è stato approfondito il tema delle sfide per la crescita dell’Eurozona. I 200 imprenditori chiamati ad esprimersi si dimostrano fiduciosi sulle prospettive future dell’Unione Europea (49%).

La Brexit non sembra preoccupare dal punto di vista della propensione all’investimento futuro: il 62,2% dei coinvolti nella rilevazione prevede un impatto nullo sulle pianificazioni di crescita. Resta un 29,6% che esprime preoccupazioni sulle possibili conseguenze negative.

Riguardo il generale riassetto dell’orientamento politico dell’Unione Europea, il campione si dimostra compatto nel valutare una sicura crescita dei fronti sovranisti (86.8%). Oltre il 10% del campione ipotizza addirittura un peso che supererà il 25% dopo le elezioni europee.

Panel Le sfide per l'ulteriore crescita dell'Eurozona

Moderatore Enrico Letta

Heiner Flassbeck

François Villeroy de Galhau 

Gerard Lyons

Claudia Dörr-Voß 
Risultato quinto televoto 



Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.