Overview

Sistema Paese

Dalla vulnerabilità alla resilienza: come gestire le istituzioni e le imprese ai tempi del Coronavirus

Webinar Live
19 Marzo, 2020

Dalla vulnerabilità alla resilienza: come gestire le istituzioni e le imprese ai tempi del Coronavirus

Dalla vulnerabilità alla resilienza: come gestire le istituzioni e le imprese ai tempi del Coronavirus

Webinar 19 Marzo 2020

Valerio De Molli, Managing Partner e Amministratore Delegato, The European House – Ambrosetti; Enrico Giovannini, Professore ordinario di Statistica Economica, Università di Roma “Tor Vergata”

Key points dall’intervento di Valerio De Molli

Negli ultimi giorni si è registrata una crescita rilevante della curva dei contagi a livello globale, con un aumento significativo anche in altri Paesi Europei, oltre all’Italia, quali la Spagna, la Francia e la Germania.

Anche i dai relativi ai decessi, sebbene non perfettamente confrontabili per i diversi criteri di rilevazione dei vari Paesi, destano preoccupazione.

L’Italia, al 16 marzo, registra 35.713 casi, di cui il 50% in Lombardia, prevalentemente nelle province di Bergamo e Brescia.

L’andamento della curva dei casi dell’Italia è simile a quello della Cina nello stesso periodo in cui erano state avviate le misure di quarantena.

Qualora le misure di contenimento dell’Italia, seppur diverse da quelle della Cina, e le regole di comportamento siano rispettate in modo efficace, si potrebbe avere uno scenario di evoluzione dei contagi, dopo il periodo di quarantena, che inizia ad essere discendente come avvenuto in Cina, o nel contesto lodigiano. Gli scenari possibili che possiamo immaginare dipendono dalla capacità di rispetto delle misure restrittive indicate dal Governo.

Sul fronte economico, il COVID-19 avrà un impatto altrettanto rilevante. Si stima che porterà per il 2020 ad una contrazione del PIL tra il 2,5 ed il 3,5%, senza considerare gli impatti derivanti dalle interdipendenze tra le filiere di produzione mondiale e gli impatti negativi che la contrazione cinese potrebbe provocare sulla manifattura europea.

Highlights dall’intervento di Enrico Giovannini

Passare dalla vulnerabilità che ha portato il Coronavirus alla resilienza dei sistemi è la grande sfida per tutti, sia per i Governi che per le aziende. La ripartenza dei vari settori industriali non avverrà nello stesso momento per tutti. Il settore del turismo certamente avrà tempi diversi dal settore automobilistico, il settore manifatturiero risentirà, in molti casi, della interdipendenza con altri settori europei. E’ indispensabile attuare un processo di foresight, cioè di immaginare scenari diversi a cui legare le scelte di investimento.

Dalla durata e dall’intensità dello shock sui Paesi e sulle aziende dipendono la scelta di risposta in termini di assorbimento, adattamento o trasformazione.

Il nuovo paradigma delle politiche, riclassificate in cinque ambiti: prevenzione, preparazione, protezione, promozione (4P) e trasformazione (1T). Elemento chiave diviene la trasformazione socio-produttiva che i sistemi riescono a mettere in atto. Sarà necessario creare due team in parallelo, acconto ad una unità di crisi, creare un’unità di resilienza, costituita da vari esperti che possano individuare occasioni per la ripartenza e le trasformazioni necessarie di tipo strategico, tenuto conto della direzione nuova che è tracciata da questa crisi.

Occorre adottare il modello delle 4P+1T, le aziende devono mobilitare persone con età diverse ed esperienze diverse e avviare quel processo di trasformazione. L’approccio cooperativo in momenti di crisi è molto difficile da attuare, ma diventa una via necessaria per ripartire.

Leggi il post su Linkedin, clicca sull’immagine

Visita il sito dedicato




Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.