Overview

Televoto

Per i manager di Cernobbio il Covid-19 accelererà la guerra fredda tecnologica fra Stati Uniti e Cina

I risultati del televoto della  46^ edizione del Forum The European House – Ambrosetti “Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive” (4, 5 e 6 settembre, 2020, Villa d’Este, Cernobbio).

Per i manager di Cernobbio il Covid-19 accelererà la guerra fredda tecnologica fra Stati Uniti e Cina – primo televoto

Quali dei seguenti fattori avranno un impatto maggiore sull’ordine globale alla luce del Covid-19?

Al primo posto, i 100 imprenditori top manager intervenuti al Forum “Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive”  promosso da The European House – Ambrosetti a Cernobbio e le centinaia collegate in remoto nel mondo, indicano la guerra fredda tecnologica fra Stati Uniti e Cina (46,9%), seguita dalle crescenti tensioni fra India e Cina in Asia (30,6%) e dalle elezioni presidenziali negli Stati Uniti (20,4%).

Il Covid-19 ha evidenziato, non solo in Italia, un nuovo ruolo dello Stato nell’economia, molto più presente. Per il 46,9% dei partecipanti al televoto questo è un fenomeno destinato a rimanere ma non ad aumentare. Per il 30,6%, invece, verrà intensificato nei prossimi mesi, mentre il 20,4% lo reputa un fenomeno di breve periodo e temporaneo.

Alla domanda su quali siano i Paesi che hanno meglio gestito l’emergenza sanitaria, da Cernobbio hanno risposto collocando l’Italia al secondo posto (30%) dopo la Germania (36,4%), mentre la Cina viene indicata dal 23,4% di loro.

 

Risultato primo televoto

Scopri gli altri risultati




Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.