Overview

energia

Perché l’Europa ha bisogno di un mercato comune e di una politica integrata in materia di energia

La cooperazione sull’energia è un elemento chiave dell’integrazione europea. Durante la 41° edizione del Forum Villa d’Este è stata presentata una ricerca realizzata con Enel su questo tema.

Perché l’Europa ha bisogno di un mercato comune e di una politica integrata in materia di energia

Per oltre sessant’anni, la cooperazione sull’energia è stata tra gli elementi trainanti dell’integrazione europea

A gettare le basi dell’attuale Unione Europea è stata infatti la Comunità europea del carbone e dell’acciaio. Creata nel 1951, l’associazione aveva come obiettivo quello di riunire i Paesi un tempo in conflitto per creare un mercato comune del carbone, la più importante fonte di energia di quel tempo.

Oggi, il legame tra integrazione energetica e politica energetica rimane forte e l’energia un elemento cardine per il nostro futuro comune.

L’Europa è chiamata ad affrontare una sfida senza precedenti: governare la transizione verso un futuro energetico sostenibile e il cambiamento climatico e – allo stesso tempo – preservare e rafforzare il suo vantaggio competitivo globale.

Nuove fonti di energia (come shale oil e shale gas) stanno diventando disponibili e nuove tecnologie stanno trasformando il modo in cui i privati e aziende utilizzano e traggono benefici dall’energia.

C’è quindi bisogno di un impegno a livello europeo che sia all’altezza di questo momento, alla luce di possibilità senza pari.

Le smart grid e le tecnologie digitali possono trasformare radicalmente i tradizionali modelli di business nel settore dell’energia, permettendo di sviluppare nuovi prodotti e servizi per le imprese e i consumatori.

Sono tanti i risultati già ottenuti. Dagli anni Novanta, l’Unione Europea ha lanciato diverse iniziative in tema di politica energetica che hanno introdotto riforme radicali. I mercati dell’energia in Europa sono oggi più liberalizzati, aperti, competitivi e trasparenti.

Ciononostante, la strada da percorrere è ancora lunga. Senza una forte visione politica non ci può essere una vera integrazione. Le trasformazioni che dobbiamo affrontare devono essere precedute da un importante progresso nelle nostre politiche. Abbiamo bisogno di un nuovo approccio olistico che riunisca la dimensione politica, tecnologica ed economica dell’energia per fare in modo che l’Unione Europea diventi l’economia più sostenibile ed efficiente dal punto di vista energetico nonché leader globale per competitività e innovazione.

È questo il tema del lavoro di ricerca presentato durante la 41° edizione del Forum “Lo Scenario di oggi e di domani per le strategie competitive” realizzato da The European House – Ambrosetti in collaborazione con Enel.


Realizzare l’Unione Energetica Europea:
Executive Summary Mappa Concettuale Ricerca completa (ingl.)

Ti può interessare anche:




Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.