Overview

Turchia

QUALI OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO IN ITALIA PER LE IMPRESE TURCHE

Mercoledì 7 ottobre 2015  – Seconda tappa del primo roadshow
Sala Conferenze TOBB Plaza – Harman Sokak No: 10 34394 Esentepe
Istanbul

Quali opportunità di investimento in Italia per le imprese turche

Attrarre investimenti in Italia da parte delle imprese turche: questo il tema del seconda tappa del primo roadshow che si è tenuto ad Istanbul il  7 ottobre.

The European House – Ambrosetti ha affiancato l’Italian Trade Agency in un incontro con gli investitori turchi, alla presenza di una delegazione di imprenditori italiani.

L’incontro – organizzato da ICE – aveva come obiettivo quelli di attrarre capitali privati in aziende italiane e si inserisce in un progetto più ampio nato qualche mese che vede The European House – Ambrosetti impegnata in un’attività di profiling di aziende per attrarre capitali stranieri in italia, a supporto di ICE.

All’incontro hanno partecipato: Massimiliano Sartori, Consulente di The European House – Ambrosetti, Luigi Mattiolo, Ambasciatore d’Italia in Turchia, Marco Simoni, Consigliere Economico del Presidente del Consiglio, Stefano Nigro, Responsabile Invest in Lombardy, Promos – Camera di Commercio di Milano.

Presente anche Carlo Calenda, Vice Ministro dello Sviluppo Economico, che ha presentato le opportunità di investimento in Italia e parte del lavoro che The European House – Ambrosetti sta portando avanti in collaborazione con ICE.


Guarda la presentazione di Carlo Calenda
(Vice Ministro dello Sviluppo Economico

“FDI attraction: the Italian Policy” 

 




Lascia un commento

I commenti, i dati personali (nome e/o pseudonimo) e qualunque altra informazione personale inserita dall’interessato saranno diffusi sul sito web in adempimento alla richiesta espressa dall’interessato. Vd. Informativa completa.
Per presa visione e accettazione

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Apprezziamo i vostri commenti. Ci riserviamo di rimuovere le frasi ritenute offensive.