Le proposte per un Paese che punti su equità e pari opportunità per le donne nel mercato del lavoro

03 Agosto 2021

Responsabile
Valerio De Molli
Le proposte per un Paese che punti su equità e pari opportunità per le donne nel mercato del lavoro

A partire da un’analisi dello stato dell’arte della partecipazione femminile al mercato del lavoro e dall’individuazione delle principali criticità che ne ostacolano il pieno coinvolgimento, Ambrosetti Club avanza 10 proposte per costruire un Paese che punti su equità e pari opportunità per le donne:


  1. Cambiare i modelli di riferimento e la percezione del ruolo femminile a partire dall’educazione nella scuola secondaria di primo grado, con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza e l’informazione dei giovani (uomini e donne) sul tema, modificando nel lungo termine i tradizionali stereotipi sul ruolo della donna nella famiglia e nella società
  2. Utilizzare i media di Stato per la promozione di un cambio di paradigma del ruolo femminile nella società e nell’economia, per promuovere una cambio culturale e di linguaggio attraverso una maggiore equità di genere nel mondo della comunicazione
  3. Istituire percorsi di accompagnamento delle studentesse nei percorsi di formazione e orientamento verso le discipline STEM, al fine di promuovere una più equa partecipazione femminile ai percorsi di formazione legati alle discipline scientifiche, in un contesto nazionale di carenza complessiva di laureati con queste competenze
  4. Promuovere i valori di Diversity&Inclusion a livello aziendale, con l’obiettivo di favorire una cultura aziendale più orientata a valorizzare la diversità e a promuoverne il contributo attivato, anche in termini di leadership femminile
  5. Ampliare l’utilizzo delle quote di genere, per favorire la rappresentanza femminile negli organi di indirizzo
  6. Introdurre congedi gender neutral, al fine di promuovere una maggiore equità nei compiti di cura dei figli all’interno del nucleo familiare
  7. Favorire misure volte a supportare la gestione della maternità nella fase precedente, di parto e post-parto, per assicurare il supporto e il potenziamento delle competenze (professionali e soft) delle donne durante il periodo di maternità e garantire la flessibilità lavorativa
  8. Introdurre incentivi fiscali per persone fisiche e imprese, al fine di incentivare il rientro della donna nel mondo del lavoro in seguito alla maternità e prevedere sgravi fiscali alle aziende per incentivare le assunzioni femminili
  9. Introdurre l’obbligo di disclosure pubblica del gender pay gap a livello aziendale, con l’obiettivo di favorire un percorso di azzeramento delle disparità salariali
  10. Realizzare interventi a sostegno dell’imprenditoria femminile, per garantire una maggiore equità di genere nel mondo dell’imprenditoria e promuovere l’indipendenza economica delle donne


Scopri di più

Leggi il Report