Lo Scenario dell’Economia e della Finanza

1 e 2 aprile 2022 33esima edizione

Lo Scenario dell’Economia e della Finanza

“Lo Scenario dell’Economia e della Finanza” è il workshop che si tiene ogni anno in primavera a Villa d’Este, a Cernobbio. Si tratta dell’evento più prestigioso organizzato da The European House – Ambrosetti dopo il Forum Villa d’Este di settembre, e si propone di affrontare e interpretare gli scenari economici e finanziari – realtà, nuove tendenze e prospettive future di carattere congiunturale e strutturale, aree di possibili crisi – in Italia, in Europa e nel mondo.

Un appuntamento esclusivo

Il prestigio di questo workshop è legato sia all’importanza delle tematiche trattate, sia al parterre dei relatori e dei partecipanti provenienti da tutto il mondo che comprende esperti, premi Nobel, Presidenti, Amministratori Delegati, Top Manager dei principali gruppi e i rappresentanti delle più importanti istituzioni politiche, economiche e finanziarie nazionali e internazionali.
Il Workshop ha un'impostazione fortemente interattiva e consente ampi spazi di dibattito e confronto anche al di fuori del programma dei lavori.

Gli speaker

La scorsa edizione del workshop – la numero 32 – ha visto tra i relatori:

Paolo Gentiloni (Commissario Europeo per l’Economia; già Primo Ministro italiano), David Maria Sassoli (Presidente, Parlamento Europeo), Philip R. Lane (Membro del Comitato Esecutivo, Banca Centrale Europea; già Governatore, Banca Centrale d’Irlanda), Laura Castelli (Vice Ministro dell'Economia e delle Finanze, Italia), Carmen M. Reinhart (Vice Presidente e Chief Economist, Gruppo Banca Mondiale), Mário Centeno (Governatore, Banca Centrale del Portogallo; già Presidente Eurogruppo), Ksenia Yudaeva (Primo Vice Governatore, Banca di Russia), Renato Brunetta (Ministro per la Pubblica Amministrazione, Italia), Steve Barclay (Vice Ministro del Tesoro, Regno Unito), Clément Beaune (Ministro di Stato per gli Affari Europei, Francia), Lawrence H. Summers (Professore Charles W. Eliot e Presidente Emerito, Università di Harvard; già Segretario del Tesoro – Stati Uniti; già Direttore, Consiglio Economico Nazionale – Stati Uniti), Robert E. Rubin (Co-Presidente Emerito, Council on Foreign Relations; già Segretario del Tesoro – Stati Uniti), Philipp Hildebrand (Vice Presidente, BlackRock), Marcos Prado Troyjo (Presidente, New Development Bank), Mervyn King (Professore Alan Greenspan di Economia e di Legge, Università di New York; già Governatore, Bank of England), Jacob A. Frenkel (Presidente, Board of Trustees, Group of Thirty (G-30); già Presidente, JPMorgan Chase International), Ma Jun (Presidente, Green Finance Committee, China Society of Finance and Banking; già Chief Economist, Banca centrale della Repubblica Popolare Cinese), Ann Pettifor (Direttrice, PRIME - Policy Research in Macroeconomics), Mohamed A. El-Erian (Presidente, Queens’ College, Università di Cambridge; Chief Economic Advisor, Allianz), Nouriel Roubini (Professore di Economia, Stern School of Business, Università di New York), Richard C. Koo (Chief Economist, Nomura Research Institute), Martin Wolf (Associate Editor e capo commentatore economico, Financial Times), Enrico Letta (Segretario nazionale del Partito Democratico; già Dean, Paris School of International Affairs, Sciences Po, Francia; già Primo Ministro italiano), Mario Monti (Presidente, Università Bocconi; già Primo Ministro italiano). 

Nel corso degli anni a Cernobbio si sono poi alternati, tra gli altri, Josef Ackermann, Joaquín Almunia, Giuliano Amato, Gary Becker, Fred Bergsten, Howard Davies, Wim Duisenberg, Stanley Fischer, Fan Gang, Enrico Giovannini, Otmar Issing, Mervyn King, George Mathewson, William McDonough, Robert Mundell, Christian Noyer, Edward Prescott, Alessandro Profumo, Raghuram Rajan, Eiusuke Sakakibara, Myron Scholes, William Sharpe, Vernon Smith, Pedro Solbes Mira, Michael Spence, Joseph Stiglitz, Domenico Siniscalco, Peter Sutherland, John Tiner, Michael Treschow, Giulio Tremonti, Jean-Claude Trichet, Paul Volcker e James Wolfensohn.